IL CANTIERE DEI CENTO LINGUAGGI

A luglio all'EXMA
Home / 2016 / IL CANTIERE DEI CENTO LINGUAGGI

Un vero e proprio cantiere di lavoro, in cui verranno proposte attività, corsi e laboratori in cui gli adulti saranno chiamati a mettersi in gioco sperimentando i diversi linguaggi dell’arte, del paesaggio, dei segni e della scrittura. Un cantiere dai cento linguaggi, perché tanti i modi di approcciarsi alla realtà, di pensarla, di stupirsi di essa, di investigarla. Linguaggi che hanno il potere di generare altri linguaggi, altre azioni, altre logiche e altre potenzialità creative.

Si esploreranno i linguaggi:

  • espressivi e narrativi
  • artistici
  • musicale
  • manipolazione (istallazioni, uso creativo di materiale di recupero)
  • esplorazioni sonore e tattili

Loris Malaguzzi diceva che la creatività è la capacità di connettere il possibile con l’impossibile, e che nell’impossibile, nell’ignoto, si attivano tutte le strategie creative. Tanti le domande e i dubbi: Che strumenti uso? Come li uso? Lo faccio da solo? Da chi mi faccio aiutare? Come posso fare?

Queste le prime due proposte di formazione, rivolte agli operatori, agli insegnanti di ogni ordine e grado, studenti, bibliotecari. A fine corso verrà rilasciato l’attestato di frequenza. La Cooperativa Tuttestorie è un ente formatore accreditato dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (D.M. n. 90/2003 Decreto del 28/04/2015 prot. 004731).

« Ai bambini dicono: – che il gioco e il lavoro – la realtà e la fantasia – la scienza e l’immaginazione – il cielo e la terra – la ragione e il sogno – sono cose – che non stanno insieme. – Gli dicono insomma – che il cento non c’è – . Il bambino dice: – invece il cento c’è. »

(Loris Malaguzzi, I cento linguaggi dei bambini)

il cantiere dei 100 linguaggi (1)

Le attività

OSSERVO E LEGGO IL MONDO, MUSEO D’ARTE TASCABILE. Corso di formazione a cura di Giorgia Atzeni

L’attività mira a coniugare gli aspetti più propri della dimensione paesaggistica, desunti dall’esplorazione attenta del mondo circostante, con un percorso artistico originale: la documentazione e l’analisi nonché la catalogazione di suggestioni visive e sonore attraverso mezzi espressivi originali e specifici della dimensione ludico-creativa.

La percezione dell’ambiente in cui viviamo – la città con le sue strade rumorose o i negozi colmi di messaggi squillanti a fronte del magico silenzio nel verde di un parco –  risente sempre di un punto di vista privilegiato: quello dell’osservatore. L’attività del documentare, catalogare e descrivere il proprio universo coi canali comunicativi più elementari, la raccolta di frammenti verbali, sonori o figurativi risultanti da un viaggio attraverso i luoghi della nostra memoria (prossima e remota), sostiene l’individuo nello sviluppo di un immaginario personale, a partire dai primi anni dell’infanzia. Per dirla con Calvino, “le città sono un insieme di tante cose: di memoria, di desideri, di segni d’un linguaggio; le città sono luoghi di scambio di parole, di desideri, di ricordi”. Tutto questo può essere un punto di partenza per una mappatura del paesaggio: vagare senza meta per le strade, perdersi nel bosco e nei propri pensieri, osservare le persone e gli oggetti che ci circondano, registrare gli impulsi esterni, sonori e visivi, interiorizzarli e rielaborarli in maniera creativa, instaurare un dialogo personale con il proprio ambiente, usare tutti i sensi nelle proprie indagini conoscitive.

Il corso di 9 ore fornirà ai partecipanti strumenti teorico-conoscitivi e una serie di proposte pratiche, nello specifico alcune attività laboratoriali. Saranno   invitati a osservare, documentare, scrivere, disegnare, registrare, incollare, strappare, proprio come, a loro volta, farebbero per spiegare e coinvolgere i bambini e i ragazzi  nell’esercizio di “diventare esploratori del mondo” attraverso una serie di “missioni”, in posti vicini o lontani, al chiuso e/o all’aperto. Svolgendo semplici esercizi impareranno ad annotare le proprie impressioni, organizzare piccoli oggetti secondo infinite combinazioni, e descriverli secondo tutti i punti di vista possibili

Dove: Exma, Via San Lucifero 71 Cagliari

Quando: dal 13 al 15 luglio – 16:30 – 19:30

Durata: 9 ore

Cronoprogramma: per semplificare, chiameremo ogni incontro esplorazione esattamente come propone Keri Smith nel suo “Come diventare un esploratore del mondo”, fonte primaria delle attività elencate sotto. Sono previste dunque, 3 esplorazioni della durata di tre ore ciascuna:

Prima esplorazione: Mercoledì 13 luglio dalle 16:30 alle 19:30

Seconda esplorazione: Giovedì 14 luglio dalle 16:30 alle 19:30

Terza esplorazione: Venerdì 15 luglio dalle 16:30 alle 19:30

Attività a numero chiuso

Costo: € 85

Info e prenotazioni: formazionetuttestorie@gmail.com – tel 070659290 – fax 070666810

GIORGIA ATZENI

(Cagliari 1973), storica dell’arte, con specializzazione in disegno, incisione, grafica, e un dottorato in Letteratura comparata, è cultore della materia Storia dell’Arte Moderna presso l’Ateneo cagliaritano e docente di materie letterarie e storia dell’arte nella Scuola secondaria di primo e secondo grado. Da 15 anni si divide tra il ruolo di illustratrice e quello di ricercatore con una passione specifica per gli aspetti intrinseci ed estrinseci del libro antico. In tempi recenti è stata,  borsista biennale Ras, giovane ricercatore, con un progetto su “Il libro illustrato in Sardegna nei secoli XV e XVI”. É autore di articoli scientifici di ambito storico-artistico del periodo moderno e contemporaneo; interviene regolarmente a convegni e giornate di studio organizzati dall’Università degli Studi di Cagliari e dalla Soprintendenza ai B.B.A.A.S. dello stesso capoluogo.

Dal 1996 a tutt’oggi, svolge attività didattica in forma autonoma e subordinata nelle scuole dell’infanzia, elementari, medie e superiori, nonché attività laboratoriale presso Biblioteche pubbliche, Spazi comunali di arte e cultura, ludoteche e musei; collabora regolarmente coi maggiori Festival letterari della Sardegna e nel continente. Tiene regolarmente laboratori di educazione ludico-artistico-visiva, nelle scuole materne, elementari, medie e superiori, in spazi museali, librerie e biblioteche per conto di associazioni culturali e enti pubblici e privati.

È socio fondatore e direttore artistico dell’Associazione Culturale Foglivolanti.

Ha pubblicato le sue illustrazioni con diversi editori, tra cui Salani, Il Castoro, Giunti e Segnavia.

Giorgia Atzeni

CAGLIARI SPIATA: UN PAESAGGIO UMANO. Seminario di drammaturgia a cura di Matteo Luoni, Fabio Marceddu e Antonello Murgia del Teatro dallarmadio

Il teatro vive di una relazione tra osservatore, il pubblico, e osservato, la scena. È un esercizio voyeuristico che ci è concesso, è lecito. Ma nel cerchio più grande della vita banalmente detta di ogni giorno, l’osservazione diventa quasi un atto intrusivo.

Guardare qualcuno a volte può mettere in imbarazzo, in difficoltà… o in seri guai.

Per questo limitiamo noi stessi a un quotidiano e superficiale vedere: vedere le persone che ci abitano accanto, i vicini di casa, le persone che ci passano a fianco, che siedono con noi sui mezzi pubblici, che incontriamo in centro o al mercato. Comparse… tutt’al più apparizioni…

Ma se esercitiamo questo nostro osservare in maniera attiva, per un fine, attenti a non interferire con quanto stiamo guardando, allora osservare si fa spiare. E spiare, fuori dal trito senso comune che lo intende come azione negativa, è una pratica preziosa perché ha come obiettivo la ricerca di informazioni che ci possono sorprendere: un sapere pieno di ricchezza perché riguardando l’esistenza di chi ci sta attorno, riguarda la nostra stessa vita.

Il seminario si propone di scrivere una drammaturgia partendo da una Cagliari spiata. Scardinando l’oggettività del reale attraverso la soggettività di ogni osservatore-scrittore, si vuole da un lato incoraggiare l’originalità di ognuno e dall’altro accumulare un materiale drammaturgico che possa restituire una fotografia del tessuto umano, un affresco della città.

Si intende fornire, attraverso la pratica quotidiana di scrittura e il confronto in aula, un kit di strumenti di osservazione e di scrittura creativa. Il seminario si rivolge a chi scrive in segreto, per sé; a chi non fa leggere mai le proprie cose a nessuno; a chi ha paura dell’incompiuto; a chi non sa raccontare storie o pensa di non saperle raccontare; a chi ha paura degli inizi e dei finali, ma che ama tutto ciò che sta in mezzo: a spettatori di cinema e teatro, lettori, attori, blogger, fotografi e videomaker che vogliano sperimentarsi in un percorso di scrittura.

Per “concorrere all’ammissione” è necessario inviare una breve lettera di presentazione.

Dove: EXMA, Via San Lucifero 71 Cagliari

Quando: il corso è staro rinviato in data da destinarsi

Durata: 16 ore

Costo: € 160

Info e prenotazioni: formazionetuttestorie@gmail.com – tel 070659290 – fax 070666810

In collaborazione con

logo teatro dallarmadio

MATTEO LUONI

Si laurea in Comunicazione all’Università San Raffaele di Milano e si diploma come autore e drammaturgo alla Scuola di Teatro Paolo Grassi. Studia con Renata Molinari, Renato Gabrielli, José Sanchis Sinisterra, Davide Carnevali. Nel 2015 cura la drammaturgia e regia de “L’anatomia degli affetti”, con la supervisione artistica di Lucia Calamaro. Nel 2015/2016 fa parte del gruppo di autori di “Santa Estasi”, un progetto speciale diretto da Antonio Latella e prodotto da Emilia Romagna Teatro. E’ drammaturgo e assistente alla regia per “Elettra”, che debutta al Teatro delle Passioni di Modena. Collabora con la compagnia teatrale cagliaritana Teatro dallarmadio, in occasione di progetti teatrali e cinematografici.

Matteo Luoni_Lucio Fiorentino

LA MAGICA PENNABAMBINA. Corso di tecniche di scrittura (con Roald Dahl tra le righe)

Scrivere un efficace testo per ragazzi o insegnare a scrivere in modo efficace ai propri alunni richiede conoscenze tecniche specifiche. Ad esempio: come produrre un testo narrativo che sia affascinante? Da dove iniziare? Come si inventa una storia? Cos’è l’ispirazione? Come si vince la paura del foglio bianco? Come costruire una trama avvincente? Come va scelto il narratore? Come si caratterizzano i personaggi? Come dev’essere una descrizione per non annoiare? In questo corso saranno analizzati i processi e gli elementi fondamentali che sorreggono la scrittura di tutti i testi narrativi e, in particolare, di quelli rivolti a giovani lettori, per condurre i partecipanti ad una maggiore consapevolezza sulle modalità e sulle scelte che si possono adottare e proporre. Con un’ottica operativa che consenta di applicare quanto appreso anche in un’attività didattica. E con lo sguardo rivolto ai grandi scrittori che ci possono indicare la strada: primo, tra tutti, Roald Dahl.

 

I contenuti

– La letteratura per ragazzi: caratteristiche ed elementi particolari, precisazioni.
– Lo scrittore per ragazzi e i suoi possibili punti di vista.
– Il lettore.
– I lettori bambini.
– La scrittura: espressione e comunicazione.
– La Pennabambina e il Dizionario adulto-bambino.
– L’invenzione: ispirazione e metodo.
– La trama e il suo movimento.
– La ‘misdirection’.
– Tecniche dell’invenzione fantastica.
– La ‘sospensione temporanea dell’incredulità’.
– La comunicazione narrativa.
– La scelta del narratore.
– La descrizione è da saltare? Efficacia nella descrizione.
– Il testo nel libro illustrato per ragazzi.
– I personaggi e la loro caratterizzazione.
– Tipologie discorsive.
– I dialoghi.
– Fiaba e favola.
– L’editing di un testo narrativo.
– L’editoria per ragazzi.

Dove: Exma, Via San Lucifero 71 Cagliari

Quando: 1 – 2 – 3 Settembre 2016, ore 16:00 – 20:00

Durata: 12 ore

Costo: € 150

Info e prenotazioni: formazionetuttestorie@gmail.com – tel 070659290 – fax 070666810

LUIGI DAL CIN

Nato a Ferrara, ha pubblicato oltre 100 libri di narrativa per ragazzi. Tradotti in 10 lingue (inglese, francese, spagnolo, tedesco, portoghese, giapponese, mandarino, cantonese, coreano, russo) ha già ricevuto una decina di premi nazionali di letteratura per ragazzi, tra cui il prestigioso Premio Andersen 2013 come autore del miglior libro 6/9 anni. Fa parte della giuria di concorsi letterari ed è docente di corsi di scrittura sullo scrivere per ragazzi per Cafoscariletteratura, per la Mostra Internazionale di Illustrazione per l’Infanzia ‘Le Immagini della Fantasia’ di Sarmede (TV) di cui ogni anno cura anche le fiabe proposte, per il Master ‘Illustrazione per l’Editoria’ dell’Accademia di Belle Arti di Macerata, per i Movie Days del Giffoni Film Festival, per Fondazione Musei Civici di Venezia, per Fondazione Radio Magica Onlus, per Camù Centri d’Arte e Musei di Cagliari. Scrive per il teatro, ha recitato i suoi testi insieme all’attrice Lella Costa, ha collaborato con l’attore Marco Presta. Sulla sua opera sono state discusse Tesi presso le Università di Roma Tre, di Milano, di Udine, di Padova, di Catania, di Ferrara. Ha ideato per Monumenti Aperti il progetto Le parole della bellezza che conduce dal 2013 per raccontare agli alunni il patrimonio storico-artistico-culturale d’Italia. Instancabile e appassionata la sua attività di incontri e laboratori di scrittura con i ragazzi nelle scuole e nelle biblioteche di tutta Italia.

thumb_DSC07920_1024 (1)
Contattaci

Ciao! Hai bisogno di qualche informazione sulle attività del centro? Scrivici qui, ti contatteremo al più presto, grazie!

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Non leggibile? Cambia il testo. captcha txt

Start typing and press Enter to search

04062013-DSC_0052-6Spazi all'aperto3