Come potenziare l’istinto fotografico durante lo scatto: un viaggio affascinante e introspettivo che vi aiuterà a trovare la propria cifra espressiva.

Questo laboratorio fotografico è incentrato su un’esperienza sensoriale volta a stimolare la fantasia, l’istinto, il pensiero, le emozioni, la versatilità di ciascun allievo. Aiuterà a superare i vostri limiti e ad infrangere le regole.

Un percorso che la Randi sperimenta dal 2014, ricco di sorprese dove si sfida continuamente se stessi. Il laboratorio si concentra su una narrazione per immagini. Lavorando sulla percezione visiva e sul proprio vissuto personale (i ricordi, i sogni, le esperienze di vita vissuta, l’autoscatto, la musica, il cinema ecc.) si arriverà a costruire un racconto fotografico del tutto originale e sorprendente dove il lato istintivo al momento dello scatto gioca un ruolo fondamentale.

PERCHE’ LA FOTOGRAFIA CREATIVA NON DEVE RIPRODURRE IL VISIBILE MA RENDERE VISIBILE IL SUO INVISIBILE.

 

Piano didattico

  • Lezione 1– Il doppio nella fotografia.  Analizzeremo l’affascinante tematica del doppio, attraverso l’ombra interiore, lo specchio, il sosia, l’autoscatto. Visione finale di un cortometraggio inerente alla tematica del doppio nella fotografia.
  • Lezione 2– Analisi del film Shining  di Stanley Kubrick attraverso le tesi di Sigmund Freud.
  • Lezione 3– Inconscio e fotografia. Un viaggio attraverso l’inconscio personale e fotografico. Scoprire le relazioni tra inconscio e fotografia e impulso fotografico. Infrangere le regole, ovvero l’arte della sperimentazione. Seguire l’istinto attraverso il sogno, i ricordi, la casualità, le luci e le ombre, il tempo che scorre, i sensi.
  • Lezione 4– Introduzione alle teorie descritte nel libro “Camera Chiara” di Roland Visione e analisi di autori emergenti e affermati
  • Lezione 5– Visone e analisi di un film con tematica inerente al corso.
  • Lezione 6– Visione e analisi dei  lavori dei corsisti.

Durante ciascuna lezione verranno analizzati i lavori di vari fotografi  che hanno indissolubilmente segnato la storia della fotografia.  Inoltre, saranno indicati una serie di esercizi particolari, volti a stimolare la parte creativa e istintiva.

Vuoi partecipare? 

Ecco come fare!

Dove: EXMA, in via San Lucifero, 71 a Cagliari

quando: venerdì 3,10,17, 24 e 31 maggio, 7 giugno (6 lezioni), ore 19:00

durata: 15 ore (2 ore e mezza per lezione)

quota di partecipazione: 180,00 €

a chi è destinato: adulti

Min 4, max 16 partecipanti

 

Info e prenotazioni: dal martedì al sabato 9:00-13:00/16:00-20:00. Tel. 070/666399 o mail didattica@camuweb.it

 

Chi realizza questa attività?

Francesca Randi nel 1999 incontra il mezzo fotografico. Sviluppa uno stile personale, onirico, con un immaginario fortemente surreale. L’identità, l’infanzia e l’adolescenza, il paesaggio notturno in bilico tra l’incubo quotidiano e la solitudine esistenziale, il doppio, la wunderkammer e il perturbante: sono alcuni dei temi affrontati da Randi. Attualmente vive e lavora a Cagliari come fotografa e insegnante di fotografia, collabora con varie gallerie d’arte italiane ed estere.

Stito: http://francescarandi.tumblr.com/

SCRIVICI

Vuoi rimanere sempre aggiornato sulle attività proposte dall'EXMA? Scrivici, ti risponderemo appena possibile ;)

Start typing and press Enter to search