Foto di Francesca Mu

Venerdì 1 novembre | 21.00

Testi di Francesco Frisco Abate Traduzione in sardo di Cristian Urru
Regia e adattamento teatrale di Fabio Marceddu in collaborazione con Antonello Murgia
Elaborazioni e incursioni musicali di Antonello Murgia
in scena Faa Rossella e Fabio Marceddu
Lo spettacolo è prodotto dal Teatro dallarmadio in collaborazione con Camù – Centri d’Arte e Musei
“Tornare alla lingua Madre per parlare della Madre per eccellenza, questo è quello che ci permette di fare questa traduzione della esilarante Mia Madre e altre catastrofi di Francesco Abate nella versione in sardo di Cristian Urru. Per noi – dicono Fabio Marceddu e Antonello Murgia – avvicinarci alla Madre di Abate e diventare parte dei suoi cantori è un modo per raccontare la Madre Sarda, nella sua variante casteddaia, una madre granitica e ironica, che non si fa schiacciare dalle sofferenze e dal destino che a volte infierisce, ma che anzi lo domina come una tigre, insegnando ai più deboli a diventare più forti. La riduzione, necessaria per la rilettura si affida al gioco delle parti, dove tutti diventano madri, figlio ed altri attori di questo scenario che è insieme calvario e redenzione, percorso necessario per ritrovarsi, dove Mamai, grande madre, è contemporaneamente “formattrice e lenitrice”.
“Ho sempre guardato al teatro e al cinema ogni volta che ho scritto un libro – dice Francesco Abate – Quando con Cristian Urru abbiamo messo mano alla versione in sardo di “Mia madre e altre catastrofi” da subito abbiamo sperato che una compagnia teatrale facesse suo questo testo e, secondo la tradizione del teatro dialettale, portasse la storia in giro per le piazze. Il fatto che questo stia accadendo è la soddisfazione più grande. Ancor di più vedere un teatro a Cagliari riempirsi (tanto da richiedere le repliche) per un’opera interamente recitata in sardo”.

Informazioni

Gli spettacoli avranno luogo presso la Sala Conferenze al primo piano – corpo centrale, in Via San Lucifero, 71 09127 Cagliari

Prenotazioni e contatti
Le prenotazioni sono gestite direttamente dal Teatro dallarmadio.

Considerato il numero dei posti limitato è necessaria la prenotazione telefonando ai numeri 3397102534 / 3405332685 o scrivendo a promoteatroarmadio@gmail.com.

ATTENZIONE
Le prenotazioni sono aperte a partire da 15 giorni prima rispetto alla data dello spettacolo e solo nei seguenti orari: dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 18.00.
I biglietti prenotati potranno essere ritirati solo il giorno dello spettacolo, mezz’ora prima dell’evento, presso il foyer della Sala Conferenze (primo piano – edificio centrale).

Biglietti
Intero 12 € – studenti 10 € – operatori 5€

Accessibilità
Le persone con disabilità motoria possono raggiungere il centro con la linea dedicata del CTM Amicobus (numero verde 800 259745). L’EXMA è accessibile in tutti gli spazi aperti al pubblico, inclusi i servizi igienici e non presenta barriere architettoniche

Come raggiungere l’EXMA
Lo spazio si trova nel quartiere Villanova ed è facilmente raggiungibile: dalla Piazza Matteotti, con 10 minuti di camminata, o con l’utilizzo degli autobus di linea CTM1 (fermata Via Sonnino/Piazza Gramsci), M (fermata Via Sonnino/Piazza Gramsci), o il 30 e 31 (fermata via Dante fronte Tribunale Minorile/San Saturnino). È inoltre prossima alla stazione capolinea di Metro Cagliari (metropolitana leggera di superficie da e verso l’hinterland) di Piazza Repubblica (5 min. a piedi dall’EXMA).

Spettacoli

SCRIVICI

Vuoi rimanere sempre aggiornato sulle attività proposte dall'EXMA? Scrivici, ti risponderemo appena possibile ;)

Start typing and press Enter to search